La situazione sul mercato del lavoro in Italia

L’Italia è la settima potenza economica internazionale e la terza in Europa. Viene aprezzata come una regione sviluppato con una quantità grande di imprese aprezzate e conosciute sul mercato mondiale. Oggi Il Bel Paese è molto industrializzato e, prendendo in cosiderazione tale fatto è diventato una delle più enormi potenze industriali del mondo. L’Italia, anche se viene considerata una potenza economica, deve affrontare la crisi legato con la situazione sul mercato dell’occupazione. Il problema importante è la disoccupazione. Il tasso del disoccupazione è attualmente 8.2 %, per questo l’impiego più importante per il nuovo Govenro è di migliorare la condizione sul lavoro è anche di diminuire tale tasso.

Una notizia buona è il fatto che i nuovi di lavoro stanno per apparire in numero di circa 29 000. Purtroppo una parte di questi posti rimarra’ senza risposta, perchè è presente la scarsità di specialisti che sarebbero in grado di esercitare un dato mestiere. Gli abitanti dell’Italia non hanno bisogno di infermiere o barbieri. Gli specialisti sono quelli che mancano in Italia. Si ricercano prima di tutto gli ingegneri, gli informatici o i tecnici che sanno la sicurezza del lavoro e che sono educati.

Businessman in work

Autor: Victor1558
Źródło: http://www.flickr.com

Nel Bel Paese è presente il fenomeno di chiamati bambiccioni. La gente giovane vogliono partire all’estero in cerca di occupazzione. Rimangono in casa, diventano più irresponsibili. Attualmente cosiderevole quantità dei giovani abita con i parenti, ben 66 % dei giovani in età dal 18 al 34 anni resta in casa. Una dei motivi è il fatto che gli italiani apprezzano la vita piacevole e vivendo con i genitori, non possiedono l’obbligazione di divenire responsabili. Un altro problema è che spesso i giovani non sono capaci di lasciare il paese natale e di partitre all’estero. Per quanto riguarda il lavoro bisogna menzionare che le persone lavorano 40 ore per una settimana e il salario minimo dipende da quale mestiere si fa. Un cameriere gruadagna 7 euro per un’ora, l’edile 50 – 100 euro per un giorno di lavoro e l’analista circa 2000 euro per una settimana.

Il periodo in quale è più semplice avere un lavoro e l’estate. Si ricercano i servisti, i cuochi, invece sul Nord del Paese si possono di trovare lavoro sulla vigna o su una piantagione di agrumi.